Leggi le Briciole di Spiritualità

Gocce di Spiritualità di “Don Carmelo La Rosa”


Quale dono essere “caduti” o presi nella rete di Gesù!Il solo pensiero ci fa impazzire di gioia.
Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce. Su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse.È anche la storia personale di ognuno di noi,della nostra chiamata,della nostra vocazione. Deve diventare anche la storia della nostra comunità che si deve ritrovare nella luce della Parola del Signore, della Sua sequela e della Sua appartenenza. Quanto è bello avere vocazione! Non solo come singoli ma soprattutto come comunità cristiane!!

Il Cattolicesimo è la sola religione in cui morirei
(Oscar Wilde)

L’unico motivo della mia partenza è fare un po’ di bene fra la gente che ha bisogno di tutto e non ha chi si prenda cura di lei.E questo vorrei farlo per testimoniare la fede cristiana, che è la mia ricchezza.
(Maria Teresa Lazzarotto)

Colui che pensa da solo, decide da solo, agisce da solo lavora inconsapevolmente contro la comunità. L’autocrate, il solitario, il solipsista non è da elogiarsi, ma da criticare e da richiamare all’ordine. Alla resa dei conti, nonostante la migliore volontà, egli è un negatore e un dispregiatore della comunione,un affossatore della comunità.
(G. Frosini)

Eccoci, Signore, davanti a te. Col fiato grosso, dopo aver tanto camminato. Ma se ci sentiamo sfiniti non è perché abbiamo percorso un lungo tragitto o abbiamo coperto chissà quali interminabili rettilinei. E' perché, purtroppo, molti passi li abbiamo consumati sui viottoli nostri, e non sui tuoi sentieri, seguendo i tracciati involuti della nostra caparbietà faccendiera, e non le indicazioni della tua Parola.
(Don Tonino Bello)

I libri, i documenti, i ragionamenti non ci potranno mai convincere e convertire. Ciò di cui c’è bisogno è la luce di una vita, l’irradiamento di un volto, il battito di un cuore: è il dono di tutta una vita.
(Maurice Zundel)

Il Signore si serve dell’insuccesso per purificarli amaramente, affinché capiscano che la loro felicità non è lì … Bisogna entrare nella notte per gustare tutta la bellezza del giorno.
(Card. Martini)

Sentii il bisogno di dimenticare me stessa. Da allora fui felice.
(Santa Teresina)

Se tu esci completamente da te stesso, Dio entrerà tutto intero. Quanto più tu esci, tanto più Lui entra.
(J. Tauler)

Credo che il segreto della pace e della felicità sia quello di dimenticarsi,di disinteressarsi di se stessi.
(Elisabetta della Trinità)

Dio ci ama facendoci partecipi della sua natura con la grazia – facendo dell’anima santificata la sua dimora. Facendosi conoscere a noi con la Rivelazione soprannaturale. Tutto ciò testimonia il suo amore. E che cosa richiede Dio da noi? Il nostro cuore.
(Raïssa Maritain)

Per qualsiasi opera dobbiamo contare gli uni sugli altri: perché nessuno basta a se stesso o alla propria vocazione.
(don primo mazzolari)

La ricchezza del mio cuore è infinita come il mare, così profondo il mio amore: più te ne do, più ne ho, perché entrambi sono infiniti.
(William Shakespeare)


Riflessione 1 di 17



Riflessioni recenti

Gocce di Spiritualità di “Don Carmelo La Rosa”

Briciole del 29 Novembre

Briciole del 5 Giugno - Corpus Domini

Briciole del 14 Maggio 2010

Briciole del 28 Gennaio 2010


Tutte le riflessioni: