Briciole di Spiritualità

Spazio Giovani

Vincenziani

Aggiornamenti del sito

Leggi le riflessioni Spazio Giovani Vincenziani

Il Santo del giorno


Letture del giorno

Letture del giorno

Restauro del quadro di S. Agata

Restauro del quadro di S. Agata

Messaggi della Madonna di Medjugorie

Leggi i messaggi

Visita Pastorale

Visita Pastorale

Riflessioni sulla Parola

Riflessioni sulla Parola

Missione Popolare 2009

Leggi la Missione Popolare

Ultime notizie


Documenti - Lettera della nipote di P. Marti letta in occasione del 3° anno della morte

Documenti - RISPOSTE AL QUESTIONARIO PER IL SINODO

Avvisi - Corso prematrimoniale Febbraio 2015

Documenti - Preparazione al Matrimonio febbraio - aprile 2015

Documenti - Calendario Pastorale febbraio-settembre 2015

Documenti - Calendario pastorale Novembre 2014 - Febbraio 2015

Avvisi - Convocazione Consiglio Pastorale Parrocchiale

Iniziative - Impegni settimanali 2014-2015

Documenti - Programma Festa San Vincenzo 2014

Avvisi - Avvisi per il mese di maggio



Mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai poveri


Immagine


Calendario Pastorale febbraio-settembre 2015


Abbiamo inserito il nuovo Calendario Pastorale febbraio - novembre 2015, potete scaricarlo e stamparlo in modo da seguire le nostre iniziative.


U Signori Asciatu


Immagine

Immagine


‘U Signuri Asciatu
NOTE DI REGIA:
‘U Signuri Asciatu (Ritrovato) che ho ideato è ispirato al fatto storico realmente accaduto nel 1796 a Catania e che ha dato inizio alla storia della Parrocchia SS Ritrovato. Si prende spunto dalle notizie storiche in possesso per mettere in scena un lavoro teatrale che ha tutte le caratteristiche di una commedia brillante moderna: creatività, novità, comicità. Lo spettacolo è anche una Rappresentazione Sacra con chiari messaggi cristiani e menzioni di frasi evangeliche. Si reciterà una preghiera di Papa Francesco che, anche se scritta circa 20 anni fa, nel periodo dell’avvenuto furto certamente sconosciuta, è sicuramente universale e che ha valore per tutti gli uomini di tutte le epoche. I personaggi e i fatti esposti sono di fantasia anche se possono essere conciliabili con la reale vicenda: per esempio l’intervento dell’ebete del rione (la scema del quartiere) può essere verosimile, o che il cagnolino che era presente alla Scogliera d’Armisi potesse avere un padrone (o una padrona) è credibile e possibile, che i due colpevoli potessero essere due sprovveduti ladruncoli di galline e così via. Un modo per divertirsi e nello stesso tempo raccontare a modo nostro un po’ della nostra storia. Un altro scopo vuole essere la divulgazione delle origini della nascita della chiesa di Via Sei Aprile, “quella che si trova vicino la stazione centrale di fronte ‘u passiaturi”, che i catanesi conoscono come “la chiesa che accoglie e aiuta i poveri, una chiesa povera per i poveri, la chiesa dei padri vincenziani dove fanno mangiare a chi non può un pasto come si deve una volta la settimana”. Non tutti sanno che l’edificio sacro fu costruito, due volte, per ricordare il famoso, quasi miracoloso, ritrovamento dell’ostensorio d’oro contenente l’Ostia Consacrata, il Santissimo Sacramento. Il popolo catanese di allora non è rimasto distaccato all’evento, tutti cercavano di essere utili per poter individuare i malviventi, per il ritrovamento dell’ostensorio con relativo Santissimo Sacramento; la gente voleva aiutare la pubblica sicurezza: nessuno aveva il minimo senso dell’omertà, nessuno dimostrava indifferenza. Nella rappresentazione l’ostensorio non è d’oro e l’ostia non è consacrata: l’adorazione e le preghiere dei personaggi è solo finzione scenica. La scena e i costumi rispettano rigorosamente un “teatro povero”, che poi è il basamento del grande teatro fatto di idee, di persone, di emozioni. Un’ambientazione storica rivista in chiave attuale, con canzoni, modi di parlare e di agire, tempi comici che convengono alle cose odierne per poter essere ancora più comprensibili agli uomini di oggi. Buon divertimento!
Aldo Failla